Quanto costa un ghostwriter? Qual è il prezzo dello scrittore fantasma? Il ghostwriting è alla portata delle mie tasche? Dove trovo indicato il tariffario del ghostwriter?

Sono domande legittime. Valutare la parte economica è importante, anzi fondamentale, quando si sta per assumere un impegno. Tuttavia ci sono anche altri elementi da mettere sul piatto per prendere la decisione giusta.

Investire in un progetto di scrittura con uno scrittore professionista (nota che io sono tra i pochissimi che dispongono di referenze certificate), è un’esperienza unica, qualcosa che ti cambia la vita e non si esaurisce nel tempo della nostra collaborazione. Il libro che realizzeremo insieme, tu raccontando la tua storia e io scrivendola come un romanzo, sarà l’impronta che lascerai di te per sempre.

Che valore attribuisci all’idea su cui basi il romanzo che hai in testa? E, ancora meglio, che valore dai alla storia della tua vita?

Per quanto mi riguarda non è possibile stimare una vita, una storia, sulla base di una tariffa standard. Ogni narratore porta un progetto, un vissuto originali, che meritano un’attenta valutazione e non potrebbe essere altrimenti per il rispetto che porto all’unicità di ogni persona che si rivolge a me e alla storia che vuole raccontare affinché io la traduca in un romanzo.

Il prezzo è coerente con l’obiettivo: un libro (romanzo, autobiografia, memoir…) che racconti la tua storia, un’opera che abbia valore letterario.

Io do un alto valore al mio lavoro sulla base delle mia professionalità, delle mie competenze e dei risultati conseguiti, provati dalla mia firma in chiaro sulla copertina di diversi libri, testi che puoi leggere per conoscere la mia scrittura, referenze certificate che dimostrano la qualità del mio lavoro. A ciò aggiungo il valore che do al mio modo speciale di fare ghostwriting, affinato sulla base dell’esperienza maturata nel corso di molti anni.

Se vuoi vivere l’avventura della realizzazione di un libro che nasca dalla nostra collaborazione, prova a raccontarmi il tuo progetto. Iniziamo a conoscerci e forse lavoreremo insieme.

Potrò indicarti il costo della mia collaborazione solo dopo che ci saremo parlati: un primo contatto per telefono va bene, meglio ancora se prendiamo appuntamento per una video-chiamata su Skype, così potremo incontrarci “quasi” di persona. Potrai illustrarmi il tuo progetto, spiegarmi in sintesi ciò che ti sta a cuore raccontare. Io ti spiegherò come lavoro, ti darò il mio parere sul potenziale della storia in relazione ai tuoi obiettivi, in pratica una consulenza gratuita, e poi valuterò qual è il prezzo per la collaborazione che mi proponi, senza alcun impegno da parte tua.

Lo stesso principio vale nel caso che tu abbia già scritto un testo che vuoi sottopormi per migliorarlo. Devo conoscere te, la storia che racconti e la tua scrittura per capire quale tipo di intervento consigliarti: magari un editing, e di che tipo, oppure un intervento di ghostwriting e in questo caso dovrò valutare come dovrà essere strutturato in relazione alle tue necessità autoriali.

Ancora ti domandi perché qui non indico un costo di massima, un range di spesa? È impossibile incasellare tutti i narratori e gli scrittori in uno stereotipo predefinito. Siamo esseri umani e se ci interessa raccontare una storia significa che siamo anche persone particolarmente creative. Ci accingiamo a fare un lavoro molto complesso e da me non acquisterai un prodotto seriale, ma insieme vivremo un’esperienza unica che rappresenterà una tappa precisa nella tua vita, per molti anche un punto di ripartenza.

Allora io torno a domandarti: che valore ti dai?
Non credo che tu voglia rispondere
con la citazione di Boris Makaresko:
“Se ogni uomo ha un prezzo io sono nel reparto saldi”.

Susanna De Ciechi
susanna.deciechi@gmail.com
cell.338 8693895

 

 

 

Share: