La bambina con il fucile

Ebook – ASIN: B01M1NOSR4
Cartaceo pagine 324 – ISBN: 9788894211603

separatori

La bambina con il fucile narra la storia romanzata di Pratheepa, bambina-soldato tamil. Nel 2000 lo Sri Lanka è dilaniato da una estenuante guerra civile. Pratheepa, quindici anni, è a scuola quando i guerriglieri tamil la rapiscono per addestrarla e costringerla a combattere nelle loro fila. La scolara si trasforma ne La bambina con il fucile, è torturata e, per sopravvivere, diventa un cecchino, una pedina nel gioco della guerra. Ferita a un braccio, non può più muoverlo, tuttavia continua a combattere lanciando granate. I ribelli tamil perdono la guerra e Pratheepa finisce in carcere.  Nel frattempo un medico italiano, Massimiliano Fanni Canelles, in missione per verificare la situazione dei bambini resi orfani dallo tsunami, scopre una realtà perfino peggiore: seguendo usi ancestrali ormai fuori legge, ancora troppi adulti violentano i bambini, anche in famiglia. I piccoli sono carne da macello senza diritti e senza difese. Grazie al suo intervento e a quello dei volontari di @uxilia onlus, Pratheepa e tanti altri bambini potranno avere una seconda occasione.

Susanna De Ciechi ha scritto la storia di Pratheepa ispirandosi ai racconti di Massimiliano Fanni Canelles, di Laura Boy, presidente e vicepresidente di @uxilia Onlus, e di altri volontari che hanno avuto una parte nelle vicende di Pratheepa, la bambina-soldato tamil. Quella raccontata in questo libro è una storia vera, che tu puoi contribuire a cambiare.

I diritti della vendita di questo libro saranno interamente devoluti a sostegno delle attività di @uxilia Onlus – www.auxiliaitalia.it

“Queste pagine si ficcano nella testa come una scheggia. La vita poi scorre, si può superarle e dimenticarle, ma non dura: tornano a farsi sentire”. Dalla prefazione di Davide Giacalone

Ora in vendita in versione ebook e cartaceo su Amazon, sulle migliori piattaforme online e in alcune librerie indipendenti.

Clicca qui l’elenco completo delle piattaforme e delle librerie dove puoi acquistare i miei libri.

Lascia una recensione

Hanno commentato e consigliano La bambina con il fucile:

31 maggio 2917 – Promosaik – il video realizzato da Promosaik – clicca qui il link

13 maggio 2017 – Promosaik – intervista a Susanna De Ciechi a cura di Milena Rampoldi. Qui il pdf Promosaik 13 05 17

14 marzo 2017 – Messaggero Veneto – Gorizia e Nazionale, La ghostwriter e la Onlus che salva i bambini. Qui il pdf IlMessaggeroVeneto_14.03.17

26 febbr 2017 – L’Unità, Bambini soldato dal banco di scuola al lancio di granate. Qui il pdf 2017-02-26_LUnita

13 febbr 2017 – Letteratitudine, La bambina con il fucile a cura di Massimo Maugeri. Qui il pdf 12febb2017_letteratitudinenews-wordpress-com

13 febbr 2017 – Left, La storia di Pratheepa, ex bambina soldato, uscita dall’inferno della guerra a cura di Simona Maggiorelli

12 febbr 2017 – Formiche.net, La Bambina con il fucile, un libro per parlare dei bambini soldato  a cura di Francesca Scaringella. Qui il pdf febbraio 2017_formiche-net

12 febbr 2017 – LaStampa, quotidiano, articolo a cura di Letizia Tortello. Qui il pdf 12febb2017_LaStampa

10 febbr 2017 – 27esima ora_blog Corriere della Sera, Pratheepa, bambina con il fucile a cura di Marta Serafini.

10 febbr 2017 – IOdonna, La storia di Pratheepa, bimba soldato oggi mamma felice a cura di Nicoletta Pennati.

10 febbr 2017 – Il paese delle donne online, Pratheepa e i bambini soldato a cura di Irene Iorno. Qui il pdf febbraio 2017_www-womenews-net

10 febbr 2017 – Messaggero Veneto, Fanni Canelles e De Ciechi presentano il libro su Pratheepa a cura di Paolo Mosanghini. Qui il pdf febbraio 2017_messaggeroveneto-gelocal-it

24 genn 2017 – Ho un libro in testa, Susanna De Ciechi racconta La bambina con il fucile a cura di Chicca Gagliardo. Qui il pdf www-hounlibrointesta-it

02 genn 2017 – Stop, intervista a Susanna De Ciechi a cura di Loretta Marsilli. Qui il pdf gennaio 2017_Stop_La bambina con il fucile

28 dic 2016 – “Qui comincia“, su RadioRaiTre, qui il link del poadcast (dal minuto 09:20) http://www.radio.rai.it/podcast/A46303375.mp3

23 dic 2016 – Socialnews di Dicembre, pag.18 e 19 contenuti esclusivi su “La bambina con il fucile” di Susanna De Ciechi edito da #AuxiliaBooks. Scarica la rivista qui https://goo.gl/MBCUKf

22 dic 2016 – Libreriamo, intervista a Susanna De Ciechi di Dario Boemia. Qui il pdf dicembre 2016_ libreriamo-it

22 dic 2016 – TuStyle Magazine. Qui il pdf dicembre 2016_www-tustyle-it

22 dic 2016 – Chronica libri. Qui il pdf 22 dic 2016 www-chronicalibri-it

22 dic 2016 – Leggo, free press. Qui il pdf dicembre 2016_www-leggo-it

14 dic 2016 – Leggere tutti, il sito del libro e della lettura. Qui il pdf 14 dic 2016 www-leggeretutti-net

12 dic 2016 – Gli scrittori della porta accanto_ Intervista a Susanna De Ciechi a cura di Elena G.Santoro. Qui il pdf www-gliscrittoridellaportaaccanto-com Intervista SDeCiechi

08 dic 2016 –Il Libraio_Antonio Prudenzano – Qui il pdf 8 dic 2016 Il Libraio

06 dic 2016 – Alessandra Tedesco_Il sabato del villaggio su Radio24,  qui il link del poadcast (dal minuto 63:00) http://bit.ly/2ixxKDA

30 nov 2016 – Cosa c’è di buono_ diretta su RadioInBlu_intervista a Susanna De Ciechi- qui il link http://www.radioinblu.it/streaming/?vid=0_s6ahxjbm

15 nov 2016 – Gli scrittori della porta accanto segnlano La bambina con il fucile. Qui il pdf novembre 2016 SegnalLaBambinaConIlFucile_www-gliscrittoridellaportaaccanto-com

Hanno recensito La bambina con il fucile:

15 febbr 2017 Gli scrittori della porta accanto, recensione a cura di Tamara Marcelli. Qui il pdf febbr 2017_recensione_ www-gliscrittoridellaportaaccanto-com

14 genn 2017 Cultura al femminile, recensione a cura di Elvira Rossi. Qui il pdf gennaio 2017_www-culturalfemminile-com

10 genn 2017 Libri e Emozioni, recensione a cura di Paola Bianchi. Qui il pdf gennaio 2017_librieemozioni-altervista-org-1

27 nov 2016 Zest Letteratura Sostenibile, recensione a cura di Emanuela Chiriacò. Qui il pdf novembre 2016 recensione Zest Letteratura Sostenibile

18 nov 2016 Aratak blog,  recensione a cura Luce F. Morandi. Qui il pdf aratakblog-blogspot-it_recensione 18nov16

26 ott 2016 Cultura al femminile, recensione a cura di Lisa Molaro. Qui il pdf ott2016 www-culturalfemminile-com

Inoltre, di seguito alcune “recensioni sparse” prese dai social:

Clara Spada ha scritto: “Vorremmo che fosse davvero un romanzo, ma non lo è. Riportare una storia vera in un libro è sempre romanzarla un poco, per svariati motivi, e Susanna De Ciechi ci riesce bene, giusto quel tanto che basta e che desiderava raccontare. Dividere la storia in due racconti diversi nel ritmo e nella ambientazione, seppure intrecciati l’uno all’altro, alleggerisce l’orrore del primo aggiungendo la forte tensione del secondo. Quasi che Male e Bene fossero in lotta fra di loro, in un paese dalle usanze secolari che non capisce e non accetta principi etici che in occidente hanno superato tradizioni ancestrali. Il concetto di famiglia come base della società occidentale è ben diverso da quello in cui domina il patriarcato che considera “oggetto di proprietà” mogli e figli. Da usare e buttar via, a piacere. Nello Sri Lanka il problema peggiora per la presenza di due etnie, Sinti e Tamil, in lotta fra loro per la supremazia sul territorio che prima si chiamava Ceylon. Niente li ferma, neppure tsunami, terremoti, alluvioni, che spazzano via barche strade e villaggi. Non resta che la foresta, bellissima e quasi impenetrabile, in cui trovare rifugio, oppure vivere nel fango, ai margini. Il Male cade improvviso su una scolaresca di bambini e ragazzi. Rapiti dalle bande armate delle Tigri Tamil, dopo aver devastato il loro villaggio e massacrato gli abitanti, vengono picchiati torturati stuprati drogati così da renderli pronti per essere addestrati a uccidere. Sono i bambini col fucile, e tra loro c’è una ragazzina che capisce, in una situazione simile, l’inutilità di ribellarsi. Nonostante tutto vuole vivere, sopporta qualsiasi cosa e diventa un ottimo cecchino. Intorno a lei la Morte, di compagni e di avversari. Viene ferita a un braccio, ma impedisce ai medici di amputarglielo. Rabberciato con pezzi di ferro, ne perde la funzionalità e quindi il fucile, ma con l’altro può lanciare bombe: è ancora “utile”, ancora viva.
“Ci sono molti bambini che vivono in orfanotrofi-lager…nello Sri Lanka…” In una onlus italiana questa frase, detta da un amico con finta noncuranza, colpisce Max, un collega medico reduce dall’Afganistan. Stremato, non vede l’ora di tornare in famiglia e invece “sente” che deve partire nuovamente. Nonostante la sua esperienza, si trova in un ambiente completamente diverso, dal ritmo caotico. Si avverte il pericolo,  cerca “contatti”, ottiene indicazioni vaghe, appena accennate. Visita tantissimi bambini ammucchiati in cellette malsane, denutriti, febbricitanti, li cura col poco che ha. Qualcuno gli sussurra dei “bambini tigre” nelle zone in mano ai Tamil, riesce a raggiungerli, promette medicinali e quanto gli consentiranno di inviare. Sa di rischiare la vita, ma sa bene come comportarsi. Un viaggio frenetico, incontri a diversi livelli, controlli continui e assoluto autocontrollo. Ma non demorde, è la sua missione e la compie. Non sarà neppure l’ultima.
Pratheepa ha grandi occhi scuri, un ovale perfetto, denti bianchissimi. Il braccio le dà dolori lancinanti, ma c’è. Con tante altre donne di ogni età e medesime esperienze è in prigione, ammucchiate in celle luride, in attesa di un processo. Ogni tanto i suoi genitori, scampati al massacro, hanno il permesso di vederla, le portano cibo, sapone, dentifricio… Il dottor Max, nuovamente in Sri Lanka per i “suoi” bambini, la incontra e la visita. Con l’aiuto di altri della onlus, ottiene per lei i documenti per l’espatrio temporaneo: giusto il tempo per operarla e recuperare il braccio. Nel marzo del 2011 l’intervento a Udine compie il miracolo. Al termine del libro che racconta la sua storia, una serie di fotografie illustra il viaggio di Pratheepa dalla prigione di Colombo fino a Milano e poi Udine. Basta guardarle tutte per capire il dramma che ha vissuto e superato: lo sguardo diffidente e guardingo delle prime è quello della “bambina con il fucile” pronta a scattare e ancora uccidere. Poi a poco a poco il viso si distende, lo sguardo s’illumina, le labbra si schiudono in un sorriso sempre più dolce, Pratheepa è tornata ad essere la scolara serena della sua prima vita. Adesso è rientrata nel suo paese, si è sposata, e con entrambe le braccia non stringe più un fucile. Stringe a sé il suo bel bambino”.

Michela Imelda Asiani ha scritto: “Condivido la mia recensione sul libro toccante che ho appena letto. Beh, un bel match per noi occidentali in tempo di pace (ma siamo davvero in tempo di pace?) leggere di realtà tanto crude, impietose e disumane. Ma è necessario farlo. Me ne rendo conto perché ho un figlio e nessun bambino merita nemmeno una infinitesima parte di quello che accade ai bambini in questo libro. Dobbiamo farcene carico. Ho letto la recensione che precede e sono d’accordo: i bambini sono di tutti. Sono contenta di aver contribuito a sostenere Auxilia per quello che sta facendo in questa e altre parti del mondo di cui, senza di loro, ancora oggi, per pigrizia, non sapremmo nulla. Complimenti a Susanna De Ciechi che ha dato un quadro oggettivo, ma anche molto umano. Una lettura forte e coinvolgente… e complimenti ad Auxilia che ha permesso un lieto fine. Lo consiglio”.

Elvira Rossi ha scritto:Un libro che merita molta attenzione. L’ho letto tutto d’un fiato e dopo questi giorni lo riprenderò ancora, per riflettere meglio su pagine che ci svelano realtà poco note. Mi auguro che tale libro si diffonda e non solo perché i proventi sono per Auxilia. Leggere questo libro è un dono. che si fa prima a se stessi”.

ghost writer

La bambina con il fucile, intervista a Chiave di lettura RaiRadioDue

La bambina con il fucile, I miei libri By maggio 12, 2017 Tags: , , , , , No Comments

A Chiave di lettura, il programma dedicato ai libri di Alessandra Rauti in onda su RadioDueRai, ho parlato del libro La bambina con il fucile che racconta la storia di Pratheepa, da bambina soldato a donna e mamma realizzata…

Share:
Ghostwriter

Pratheepa, La bambina con il fucile, ce l’ha fatta. La speranza oltre le guerre

La bambina con il fucile, I miei libri By marzo 27, 2017 Tags: , , , , No Comments

Da quando ho conosciuto i protagonisti de La bambina con il fucile, non posso più fare a meno di seguire con costanza tutte le notizie che riguardano l’impiego dei bambini soldato nei teatri di guerra presenti in tutto il mondo…

Share:
ghost writer

L’8 marzo di Pratheepa, la bambina con il fucile

La bambina con il fucile, I miei libri By marzo 8, 2017 Tags: , , , No Comments

Oggi mi è arrivato un bel regalo, una lettera è scritta a mano, un’attenzione rara, e già questo la rende preziosa, il mittente è Sonia di cui non conosco il cognome. Ringrazio l’autrice soprattutto per avere colto lo spirito del libro…

Share: